Morozzo

La capitale del Cappone

La parrocchiale di Morozzo | comune.morozzo.cn.it

Abitanti: 2.040
Quota: 431 m s.l.m.

Morozzo è un piccolo paese dalle antiche origini, immerso nella campagna cuneese. Le prime notizie su Morozzo provengono da alcuni reperti romani custoditi al museo civico di Cuneo, grazie ai quali si ipotizza una fondazione ligure e successivamente romana. Il paese è sorto su un "bricchetto" (piccola collina) sulle rive del torrente Brobbio e in epoca romana è stato sede di un fortilizio. Durante il Medioevo diventa centro nevralgico del potere che i signori di Morozzo esercitavano sul loro contado, esteso dalle Frabose (i centri abitati di Frabosa Soprana e Frabosa Sottana) fino al fiume Stura di Demonte. Nel 1200 inizia per Morozzo una lunga serie di lotte con le nascenti città di Cuneo e Mondovì, in quanto alleata con il potente vescovo d'Asti. Morozzo subisce successivamente il dominio degli Angiò e quindi entra nell'orbita dei Savoia. Il piccolo centro ha cambiato nome diverse volte: dall'antico nome di Antibo a Morotio e a Moroty durante Napoleone. Oggi si suppone che il nome Morozzo le fosse stato attribuito durante le invasioni saracene (=dei mori). Morozzo è l’indiscussa capitale del Cappone, il delizioso galletto castrato dalle carni tenere e delicate, autentica delizia per la tavola del Natale. Al Cappone, Morozzo dedica ogni anno, in dicembre, una fiera che è diventata negli anni una grande manifestazione, con un ricco e colorito mercato affiancato da momenti culturali. La prima edizione risale al periodo successivo alla prima guerra mondiale. Il cappone è stato riconosciuto come primo presidio di Slow Food nel 1999.

Numeri e indirizzi utili

Contatti: Comune di Morozzo: 0171 72001 | comune.morozzo.cn.it | protocollo@comune.morozzo.cn.it

Cosa fare e vedere

Fiera del Cappone

Dove gastronomia, tradizione e cultura si incontrano, la Fiera del cappone è un evento irrinunciabile per gli appassionati della buona tavola.